Brian May: Cancelliere Onorario della John Moores University

Brian May: Cancelliere Onorario della John Moores University

Discorso

Onorevoli Pro-Cancellieri, ho il piacere di presentare Brian May CBE in qualità di Cancelliere Onorario della John Moores University di Liverpool.

Con una carriera musicale alle spalle che copre 3 decenni, il membro fondatore dei Queen Brian May è universalmente conosciuto come chitarrista, compositore, direttore musicale e produttore. La sua passione per l’astronomia ha portato ad una fruttuosa collaborazione con Sir Patrick Moore, suo eroe della fanciullezza.

In effetti, la vita di Brian si sarebbe potuta svolgere in modo diverso. Se egli avesse seguito i desideri del padre, egli avrebbe completato il suo dottorato in astrofisica nel 1972 ed avrebbe probabilmente abbracciato la carriera accademica. Oggi potrebbe essere descritto come uno dei professori del nostro rinomato Istituto di Ricerca Astrofisica. Invece egli è diventato una rockstar famosa in tutto il mondo, avendo avuto un tale successo da convincere suo padre Harold di aver fatto la scelta giusta. Ma Brian non ha mai abbandonato la sua passione per il cielo stellato.

Brian May è nato a Hampton Middlesex il 19 luglio 1947, che rende questo giorno doppiamente speciale per lui. I presupposti per il suo interesse innato per l’astronomia si ebbero già all’età di 7 anni, quando divenne un fan di Dan Dare, Pilot of the Future della striscia a fumetti The Eagle ed ebbe il permesso di restare sveglio fino a tardi per vedere il nuovo programma The Sky at Night, presentato da un nuovo irresistibile conduttore, Patrick Moore. In seguito, Brian costruì un telescopio con l’aiuto di suo padre ingegnere, ed ha tuttora un osservatorio nel suo parco del Surrey.

Brian è anche un grande appassionato di musica già dalla più tenera età e cominciò a suonare la chitarra quando aveva 8 anni, ispirandosi alle canzoni di Cliff Richard e The Shadows. Una delle sue chitarre preferite è la Red Special, progettata con suo padre e costruita a mano utilizzando il legno di un caminetto del 19.mo secolo.

Alla Hampton Grammar School, Brian ha dimostrato attitudine per le scienze e all’Imperial College ricevette la laurea con lode in Matematica e Fisica. Si propose di studiare per un dottorato PhD, integrando la sua borsa di studio con l’insegnamento part-time e suonando nelle band insieme al suo amico Roger Taylor. Molto presto si unì a loro uno studente d’arte, Freddie Bulsara (in arte Freddie Mercury), e John Deacon, e così nacque il gruppo dei Queen. Dopo 4 anni, la sua tesi di dottorato sulla polvere interplanetaria era quasi pronta, ma la borsa di studio finì e la musica cominciò a diventare parte della sua vita. 

Egli abbandonò la tesi, o più esattamente, la ripose in un cassetto, e il resto è storia.

I Queen diventarono ben presto famosi in tutto il mondo con l’album del 1974 Sheer Heart Attack. Registrarono in tutto 20 album ed ebbero un successo planetario con Killer Queen, Radio Ga Ga e Bohemian Rhapsody. Erano famosi per i loro spettacoli maestosi dal vivo, in cui Brian si produceva in assolo di chitarra ispirati a Jimi Hendrix ed Eric Clapton. E proprio gli spettacoli dal vivo misero in risalto la sua carriera: Live Aid nel 1985 e The Party at the Palace Jubilee Concert nel 2002 che venne lanciato dal suo arrangiamento memorabile dell’inno God Save the Queen suonato dal tetto di Buckingham Palace al cospetto di un pubblico di 1.200.000 persone.

Brian ha scritto più di 20 hits mondiali, incluso We Will Rock You, The Show Must Go On, I Want It All, e Who Wants To Live Forever, ed ha anche registrato due album di successo come solista – Back To The Light nel 1991, incluso Too Much Love Will Kill You e Driven By You, vincitori entrambi dell’Ivor Novello Award, e Another World nel 1998.  
Brian ha anche ottenuto un grande successo come produttore e direttore musicale della pièce rock teatrale We Will Rock You che debuttò a Londra nel 2002 con standing ovations e che venne successivamente replicata con enorme successo in tutto il mondo.

Brian è stato presentato a Sir Patrick Moore da un comune amico nel 1996 ed essi legarono subito, uniti dal loro interesse comune per l’astronomia. In breve tempo viaggiarono per seguire le eclissi in Peru e nell’Isola di Skye. Sono anche apparsi di recente in un programma per celebrare il 50.mo anniversario di Sky at Night, e l’anno scorso, Brian divenne coautore di Bang! – The Complete History of the Universe con Patrick Moore ed il cosmologo Chris Lintott. Quest’anno, Brian ha finalmente completato il suo dottorato PhD in astrofisica all’Imperial College. Attualmente sta lavorando su un libro dedicato a T R Williams, un notevole fotografo stereoscopico del 1850.

Brian May è un esempio speciale nella sua professione: non ha mai assunto droghe, è felicemente sposato con Anita Dobson, hanno 3 figli grandi e non è per niente presuntuoso. Sembra proprio che lo star-system non abbia minimamente intaccato la sua lungimiranza e la sua scala di valori. Come egli dice, “Contemplare la vastità dell’universo incute un certo timore, ma è anche confortante. Rende tutti i nostri problemi così incredibilmente insignificanti.

Brian è anche testimonial di numerose attività di beneficienza e solidarietà, incluso The British Bone Marrow Association, e The Mercury Phoenix Trust attraverso le quali si prodiga per combattere il dramma dell’Aids. Ed è anche da molti anni ambasciatore per il Prince’s Trust.

Le onorificenze e i premi ricevuti sono numerosi ed includono:

  • Onorificenza Doctor of Science (University of Hertfordshire) e, fresca di questo mese, University of Exeter.
  • Nell’anniversario della nascita dei Queen nel 2005, è stato insignito del titolo di Commander of the Order of the British Empire “per servizi resi all’industria della musica”.

Nella sua carriera che copre almeno 4 decenni, Brian May ha trovato fama e fortuna come uno dei più grandi chitarristi del mondo, e come compositore, direttore musicale e produttore. Noi lo onoriamo per questi traguardi rilevanti da lui raggiunti, ma lo onoriamo anche per il suo sempre crescente contributo alla diffusione popolare dell’astronomia. Sappiamo che il suo eroe della fanciullezza, Sir Patrick Moore, è orgoglioso di chiamarlo “amico”, ed è particolarmente felice dell’onorificenza che gli attribuiamo oggi.

Perciò, ho il piacere di annunciare Brian May CBE, questa persona straordinaria, quale Fellow of Liverpool John Moores University.

Prof Frank Sanderson
Public Orator
Thursday, July 19 2007
Succ
Prec
, , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *