Sincronizzare… ma non solo

Sincronizzare… ma non solo

Microsoft Live MeshAd aprile è stata lanciata la prima Technology Preview di Live Mesh. L’idea è semplice: potremo aggiungere a un nostro “Mesh” dati e applicazioni per sincronizzarli su diversi device e condividerli con amici e collaboratori tramite invito. La sincronizzazione può avvenire non solo tra i device del nostro Mesh (ad esempio il computer di casa e quello dell’ufficio) o in una rete peer-to-peer, ma anche “on the cloud”, consentendo l’accesso via browser, dovunque ci troviamo.
Live Mesh, oltre a essere pensato per l’utente finale, è stato concepito per offrire agli sviluppatori una vera piattaforma applicativa. L’accesso alle risorse avverrà tramite un modello di dati, sia in locale che direttamente su Internet.
Numerose le funzionalità di Live Mesh per l’utente finale: accesso remoto a una delle macchine del Mesh, utilizzo con WPF, Silverlight e LINQ, usando un computer Windows, un Mac e un cellulare.
Attualmente l’uso di Live Mesh è limitato a un numero prefissato di utenti, per consentire un miglior testing e sviluppo. Il limite di utenti che vi possono accedere è stato comunque da pochi giorni aumentato.
Molte delle novità su questa tecnologia verranno presentate alla PDC 2008, un motivo in più per partecipare.

Succ
Prec

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *