In memoriam: Don Oreste Benzi

In memoriam: Don Oreste Benzi

Nel momento in cui chiuderò gli occhi a questa terra…

Commento al brano biblico di Giobbe (19,1.23-27) scritto da don Oreste Benzi per venerdì 2 novembre, Commemorazione di tutti i fedeli defunti, e giorno in cui lui è tornato al Padre.

“Nel momento in cui chiuderò gli occhi a questa terra, la gente che sarà vicino dirà: è morto. In realtà è una bugia. Sono morto per chi mi vede, per chi sta lì. Le mie mani saranno fredde, il mio occhio non potrà più vedere, ma in realtà la morte non esiste perché appena chiudo gli occhi a questa terra mi apro all’infinito di Dio. Noi lo vedremo, come ci dice Paolo, faccia a faccia, così come Egli è (1Cor 13,12). E si attuerà quella parola che la Sapienza dice al capitolo 3: Dio ha creato l’uomo immortale, per l’immortalità, secondo la sua natura l’ha creato. Dentro di noi, quindi, c’è già l’immortalità, per cui la morte non è altro che lo sbocciare per sempre della mia identità, del mio essere con Dio. La morte è il momento dell’abbraccio col Padre, atteso intensamente nel cuore di ogni uomo, nel cuore di ogni creatura.”

Ciao Don Oreste, e grazie per tutto quello che hai realizzato. La tua opera, l’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, è fiorente in ogni parte del mondo per aiutare chi ha bisogno. Il tuo sorriso che non conosce confini sarà sempre nel nostro cuore, e faremo tesoro dei tuoi insegnamenti per un mondo più giusto e per essere voce di chi non ha voce.

Succ
, , ,

1 comment

  1. Pingback: Twitter Trackbacks for omniaBlog® » Archivio Blog » In memoriam: Don Oreste Benzi [omniablog.eu] on Topsy.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *